Lombardia, Monza

Monza – cosa vedere nel capoluogo lombardo?

Monza è una città che si gira facilmente a piedi e che, in una giornata, si può visitare. Vi condivido l’itinerario dell’ultima volta che ci sono stata, un itinerario che mi ha permesso di vedere tutto tranne i Musei (che comunque vi lascio nell’itinerario nel caso in cui voleste fare anche questa visita).

Iniziamo dalla domanda più importante, dove lasciare la macchina? E’ presto detto, io vi consiglio di lasciarla nel parcheggio della Villa Reale. A discapito di quanto si possa pensare, è molto conveniente perché ha la tariffa giornaliera pari a 3 euro. Ovviamente non è custodito, ma è il luogo ideale da dove partire per iniziare la scoperta della città.

VILLA REALE DI MONZA

Ve ne ho già parlato approfonditamente in un apposito articolo dove potete scoprire tutto su questa meravigliosa Villa. Il mio consiglio è quello di iniziare la visita di Monza proprio da qui perchè, a mio parere, è il suo simbolo e soprattutto richiede un pò di tempo per visitarla nel migliore dei modi.

CAPPELLA REALE ESPIATORIA

La Cappella Reale Espiatoria è il memoriale che la regina Margherita di Savoia ed il figlio, re d’Italia Vittorio Emanuele III, vollero erigere a Monza in ricordo del regicidio di Umberto I che venne ucciso a Monza il 29 luglio 1900: alle ore 22.00, infatti, il Re aveva assistito ad un concorso ginnico a Monza. Salito in carrozza, però, venne raggiunto da alcuni colpi di pistola esplosi dall’anarchico Gaetano Bresci. Nonostante i vari tentativi di salvarlo, non ci fu niente da fare ed il Re morì. Sopra la colonna troviamo una Pietà bronzea (realizzata da Lodovico Pogliaghi), grandi croci in alabastro ed i simboli del regno come lo scettro e la corona, mentre nel basamento della colonna c’è una cappella decorata a mosaici. La Cappella Reale Espiatoria è aperta dal martedì alla domenica dalle ore 9.00 alle ore 14.00 con orario prolungato fino alle 19.30 il venerdì ed il sabato, l’ingresso è gratuito. Il suo interno è un tempio a pianta circolare rivestito da mosaici di ispirazione bizantina e marmi di varie origini. Ogni 29 luglio si svolge una cerimonia di commemorazione del regicidio e, di notte, il monumento viene illuminato dall’interno.

CHIESA DI SAN PIETRO MARTIRE

Le prime notizie della Chiesa risalgono al 1369, ma è molto probabile che l’edificio sia ancora più antico, essendo l’ordine domenicano documentato in Monza dall’anno 1288. La Chiesa, infatti, fu costruita adiacente a un convento fondato nel 1280 che divenne, poi, sede del tribunale dell’inquisizione. La Chiesa è dedicata al Santo monaco domenicano Pietro che è stato ucciso nel 1252 dai catari mentre si recava da Como a Milano. Sotto l’altare, è presente l’urna di San Prospero Martire.

PALAZZO DI GIUSTIZIA

In antichità qui si trovava il Seminario di Monza voluto da San Carlo Borromeo nel XVII secolo ed ingrandito, poi, nel 1757. Nel 1786, il Seminario fu chiuso e trasferito nell’ex convento di San Francesco. L’immobile divenne poi sede dell’Ospedale San Gerardo fino al 1897.

PONTE DEI LEONI

Il Ponte dei Leoni attraversa il fiume Lambro a Monza e sorge proprio in corrispondenza di Ponte d’Arena, il più vecchio ponte di epoca romana. Si trattava dell’accesso monumentale alla città dall’Austria e serviva per esaltare la forza dell’Impero Austriaco. Infatti, ai quattro angoli del ponte, troviamo quattro leoni in marmo di Carrara opera di Antonio Tantardini, scultore milanese.

TORRE DI TEODOLINDA

Si tratta di una torre medievale situata lungo la via Lambro. Risale al XIII secolo, quindi si capisce che non fu certo la Regina Teodolinda a costruirla. La torre appartenne alla famiglia Pessina che qui riscuoteva il dazio sulle merci che entravano in città. Ad oggi la torre non è visitabile in quanto utilizzata come abitazione privata. E’ alta tre piani.

PIAZZA DUOMO – PARROCCHIA DI SAN GIOVANNI BATTISTA

Il simbolo del centro di Monza. Il suo Duomo è stato edificato tra il XIV ed il XVII secolo ed al suo interno custodisce la Corona Ferrea, ovvero la corona che, per secoli, è stata usata per l’incoronazione dei Re d’Italia e che contiene uno dei chiodi usati per la crocifissione di Cristo. Il suo campanile, invece, è l’edificio più alto della città.

MUSEI CIVICI

I Musei Civici di Monza ospitano opere d’arte e reperti archeologici che raccontano le vicende sia storiche che culturali della città, ma troviamo anche pezzi di arte contemporanea. Sono stati creati nel 1935. Aperti dal mercoledì alla domenica, il costo del biglietto è di 6 euro.

PALAZZO COMUNALE

Progettato dall’architetto Augusto Brusconi. All’esterno è formato da un imponente blocco, ma all’interno ha due cortili. Nella sala di rappresentanza del Palazzo si trova l’incisione longhiana dello Sposalizio della Vergine di Raffaello.

PALAZZO DELL’ARENGARIO

Edificio storico che si trova in piazza Roma e proprio da qui iniziano tutte le vie principali della città. Si tratta dell’antico Palazzo Comunale e risale al XIII secolo, mentre oggi è uno spazio espositivo.
Ed infine una pausa golosa. Come sapete quando visito una città amo concedermi una pausa sia per riposarmi, ma soprattutto per ricaricare le batterie con qualche buon dolce. A Monza non posso non consigliarvi il locale Mistertea in via Lambro n.10/c, proprio a pochi passi dal Ponte dei Leoni. Qui troverete davvero prodotti buonissimi ed originali.
(Visited 11 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.